giovedì 21 maggio 2015

PICCOLI AMICI, GIORNI FELICI - CAPITOLO VII

IL CONCORSO DI CANTO - Parte III



Nel grande laboratorio cade un silenzio così pesante, ma così pesante, che se cadesse su di una zampina la potrebbe spezzare. Uccellina smette all'istante di strillare, la maestra rimane con il becco aperto e tutto il bellissimo abito sgualcito, la sarta toglie le ali dalle orecchie e tutti i piccoli cantori tirano un sospiro di sollievo. Freddy ha detto la cosa giusta: al solo pensiero di essere estromessa dal coro, Uccellina vede con altri occhi la divisa, subito non le sembra più così male, ritiene di poter stare per qualche ora indossando qualche cosa che non sia rosa, e si intende, dice alla maestra tutta sicura di se, si intende che al ballo che seguirà la premiazione, lei indosserà un abito lungo color cipria!


Non ci sarà nessun ballo dopo la premiazione, la maestra aveva pensato di andare tutti in pasticceria per una cioccolata calda, ma questa cosa non è il caso di dirla ad Uccellina, ora, meglio lasciar passare l'evento. 


Il tempo mitiga tutto, e sicuramente Uccellina si scorderà di aver pensato al ballo!
I giorni passano, le prove di canto si alternano a quelle per la divisa e, nel frattempo, si sistema la chiesa per l'attesissimo evento.
Questo pomeriggio, all'hotel degli uccellini del parcheggio di Piazza Serra, sono arrivati due piccioni viaggiatori con gli uccellini di due cori provenienti dalla nostra regione: uno, formato da dieci uccellini e una passerotta cicciottella 


e con le piumette tutte in disordine viene da Fruz, piccolo paesino della Valle di Non, l'altro coro proviene da Castel Rotto, in provincia di Bolzano e gli uccellini cinguettano in modo piuttosto strano! 


“Loro cinguettano quasi tutti in tedesco” dice Amelia ad Achille mentre a tavola con la zia Cornelia e i gemelli sui loro seggioloni mangiano un pasticcio di vermetti e porri, glassati con la composta di mirtilli che la nonna ha preparato durante l'estate. I gemelli, mangiano la pietanza ben, ben schiacciata, con i loro cucchiaini di plastica decorata con delle piccole apine gialle e nere. Mentre portano al becco i cucchiai, spalancano gli occhioni scuri ed attenti, e pigolano appena per la curiosità e perchè adorano Achille. 


Per loro è un modello: Lui diventerà un'aquila reale, e anche Romeo e Giulio vogliono diventarlo, anche se ignorano totalmente cosa sia un'aquila reale.
Anche loro vogliono fare il corso di volo sicuro, e cantare nel coro della chiesa, 


e vogliono anche imparare a giocare a tennis, per avere una di quelle racchette che ha la mamma in negozio, ma adorano anche vedere le partite di basket con Achille e Merlino, mentre, tutti e quattro, bevono un bicchierone di lattuccio tiepido con il caramello. 
Domani, al concorso, saranno seduti in prima fila, nel loro passeggino a due posti, e avranno una tutina con il papillon, così saranno elegantissimi per questa occasione così importante per l'adorato cuginetto.


Dopo mangiato, Achille va a chiamare Merlino, ed insieme vanno in chiesa a curiosare le ultime prove dei due gruppi che sono già arrivati.
Gli uccellini di Castel Rotto, sono in canonica. Achille e Merlino si avvicinano piano e sentono queste vocine delicate e squillanti, che cantano su una musica emozionante, ma non riescono a capire neppure una parolina. Cantano in tedesco, dice Achille nell'orecchio di Merlino, che annuisce con il capino, ma non ha sentito niente perchè è troppo rapito dalla musica.


Dopo qualche minuto, i due amici vanno in chiesa dove i loro rivali di Fruz cantano davanti all'altare. Meno male che non si sono seduti ai posti che occupano di solito gli uccellini del nostro coro, perchè avrebbe potuto portare sfortuna!


Comunque, Achille e Merlino sono certi di vincere, e se ne tornano a casa al calduccio. Achille, ma non lo sa nessuno, questa notte farà la nanna nel lettone con la mamma, poiché questa è la notte prima del debutto, e lui vuole stare il più possibile fra le ali della mamma.

                                                                                            (foto dal web)

Mie care amiche, questo appuntamento settimanale sta volgendo al termine. La prossima settimana conosceremo l'esito del concorso e gioiremo con i vincitori! 
Vi avevo promesso le foto del mercatino di Volano, che, come al solito, mi ha dato tantissime soddisfazioni, ma ho un piccolo problema fisico da superare e sono concentrata su quello. Non tutto è perduto, comunque: sabato 30 e domenica 31 sarò alla festa di Primavera di Villazzano: bellissimo posticino, amiche creative e non da rivedere e abbracciare forte, forte, e nuove, grandi esperienze da vivere... Se volete essere dei nostri non c'è che da venire a Villazzano: tanti parcheggi, un bar fornitissimo, bagni a disposizione sempre pulitissimi (grandissima cosa!!!)... e poi ci sarò io!!!
Vi aspetto, vi abbraccio e vi bacio tutte e vi do appuntamento al prossimo giovedì con Achille, Uccellina & Co. che vi riserveranno le ultime, indimenticabili emozioni!
Ciao!

Cristina

7 commenti:

  1. Sempre più avvincente, sono in trepidazione per il giorno del debutto. Gli uccellini dell' Alto Adige non potranno niente contro Achille e i suoi amici, ne sono sicura. Mi piacerebbe tanto partecipare al mercatino, solo per rivederti, ma tu sai quanto è lontano! Così aspetto le vacanze.......
    Un abbraccio mia cara Cristina e spero che superi subito il tuo problema.
    Sara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Saretta, quanto vorrei averti vicina! Sarebbe meraviglioso vederti scendere per il vialetto! Ma ci sarà l'occasione quest'estate! Il mio problemino è praticamente risolto, per fortuna, solo un insieme di eventi... Risolti quelli, è andato tutto a posto! Un abbraccione enorme, amica mia...

      Elimina
  2. Bellissimo il seguito di questa fiaba. Rimettiti presto in perfetta forma e tanti auguri! Un abbraccio, Daniela D.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Daniela, che piacere ritrovarti ogni settimana! Il problema si è praticamente risolto, grazie! Ti abbraccio e ti aspetto il prossimo giovedì!

      Elimina
  3. Risposte
    1. Alla prossima, cara, un abbraccio!

      Elimina
  4. Qualunque sia l'esito del concorso i vincitori saranno due...perchè tu con questa piccola fiaba mi hai fatto tornare bambina...grazie fata Cri e un bacione
    Gabriella

    RispondiElimina