giovedì 19 febbraio 2015

E la storia continua...



LA FAMIGLIA FRINGUELLINI PARTE SECONDA


L’altra figlia dei signori Fringuellini è  Cornelia.
Grande sportiva, fin da cucciola desiderava fare un lavoro che la legasse allo sport. Oggi, possiede il più grande negozio di articoli sportivi di tutti i dintorni, “Fringuellini Sport”, tre piani di articoli e abbigliamento sportivo per uccellini, partendo dalle macchine per fare fitness a casa, come cyclettes, vogatori, pesi, per arrivare ad un reparto interamente riservato al calcio, basket e palla volo, uno per la montagna ed uno per il tennis. Questo è il regno di Achille, adorato dalla zia, che si rifornisce di palline, racchette e quant’altro gli venga per la testa, perché quando va in negozio dalla sua zia lui è il re, i suoi amici i suoi cavalieri, e Cornelia ha detto ai suoi commessi di lasciare che i cuccioli prendano quello che vogliono.
Le due sorelle Fringuellini, abitano nel più bel nido bi-famigliare di tutta la zona.



Vicino al patio di Amelia, il signor Saverio ha fatto costruire un grande barbecue, intorno al quale si ritrovano ogni domenica per pranzo, ma spesso anche la sera, per una veloce grigliata di vermetti, verdurine degli orti e mele caramellate, la specialità della nonna Valeria.
Ora, però, Cornelia sta aspettando che i suoi due ovetti si schiudano.
Al secondo piano del nido di Cornelia, nelle piccole culle di vimini, riposano due piccoli ovetti, contornati da lenzuolini pieni di pizzi, copertine dai colori pastello e tanti, tanti tenerissimi peluches, pronti per divertire i due cucciolissimi, quando finalmente usciranno dagli ovetti.
Cornelia spera tanto che i suoi cuccioli siano un maschietto ed una femminuccia per i quali ha già scelto i nomi: Romeo e Giulietta, che sono i nomi dei protagonisti della sua opera preferita.
Achille vorrebbe due cuginetti e cerca in tutti i modi di convincere la zia Cornelia a chiamarli Rafael e Roger, che sono poi i nomi dei due campioni di tennis del momento.



Con gli amici Merlino Merlot e Otto Passerottis, stanno facendo grandi programmi per il futuro dei due cuginetti. I tre amici pensano di insegnare subito ai piccoli a giocare a tennis, per poter fare grandi partite a doppio, poiché Otto, che ha una zampetta ferita, per essere caduto dal suo lettino qualche notte fa, non può giocare, e allora si accontenta di fare l’arbitro.
A nulla valgono le spiegazioni delle rispettive mamme: quando le due piccole uova si schiuderanno, i cuccioli saranno così piccoli, ma così piccoli, da non riuscire nemmeno ad aprire gli occhietti, non si reggeranno sulle zampette, si dovrà cambiare loro il pannolino molto spesso e pigoleranno per tutto il tempo.
Achille, Killer per gli amici, a questo punto, non sa se la nascita dei gemelli lo renderà del tutto felice, a queste condizioni…. Lui pensava che dall’uovo uscissero degli uccellini come lui, con le penne già belle rigide, le piumette sul sederino morbide, morbide, per attutire i colpi delle cadute durante le lezioni del corso di volo sicuro, che tutti i cuccioli del quartiere frequentano.
Non credeva che esistessero cuccioli più cuccioli di lui, lui che la sera si rifugia tra le ali calde e profumate della mamma, quando vuole vedere a tutti i costi “Lost”, ma ha paura perché il telefilm in realtà è un triller, e comunque tra le ali della mamma si sta benissimo, anche durante la pubblicità.




Lui, che ogni giorno si misura la lunghezza delle ali, perché da grande vorrebbe diventare un’aquila reale e da qualche parte ha letto che gli esemplari più belli hanno un’apertura alare di circa tre metri… E un “grande” cucciolo come lui avrà tra poco due cuginetti implumi, magari un po’ puzzolenti perché sporcheranno sempre il pannolino, che staranno nella culla a pigolare, invece che giocare a tennis con lui???!!!!… ma poi, sgattaiola piano, piano nella cameretta del secondo piano, dove un carillon con tante apine d’argento gira sopra alle cullette diffondendo un dolce suono, come di campanellini lontani, e lui, lì solo con gli ovetti silenziosi e immobili, si sente il cuoricino pieno di amore per questi due gemellini che ancora non può guardare dritto negli occhi, e già sa che li amerà tantissimo questi due cuginetti, anche se saranno delle femminucce (meglio però se saranno due maschietti, per via del basket: ha sentito dire da qualcuno a scuola, tipo un compagno che ha una sorella, che le femmine hanno una paura boia a sudare e a fare fatica e quindi il basket non fa per loro!).


Buona serata, mie dolcissime amiche, alla prossima...

14 commenti:

  1. bellissimo Cristina, anche le foto ...stupende!
    alla prossima...simona:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara, buon fine settimana, a giovedì prossimo!

      Elimina
  2. Dolcissima Cristina una bellissima storia di cuccioli,ma fa bene anche a noi grandi!Un bacio affettuoso Sandra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sandrina! La storia continua il prossimo giovedì! Un bacione grandissimo!

      Elimina
  3. Cri...adoro questa favola!! Brava per l'inventiva che hai avuto!! Mi sta appassionando tanto.. voglio sapere presto come fara' Achille con I gemellini... beh speriamo almeno in un maschietto!! ;))
    ti abbraccio
    Chicca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao tesoro! Vedrai che Achille non resterà deluso! Buon fine settimana, tantissimi baci...

      Elimina
  4. Mi sembra di essere tornata bambina...questa storia è come quando mio babbo mi rimboccava le coperte...dolce...gli ovetti mi sembra di vederli sai...caldi e rotondetti...speriamo che ci sia almeno una femminuccia, per l'equilibrio del nido... :))))...notte Cri, ti voglio tanto bene
    Gabriella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao dolcissima fata madrina.., nessuna anticipazione, ma garantisco tanto amore... Ti voglio tantissimo bene anch'io, buon week end...

      Elimina
  5. che bella, e che dire delle foto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Irene! Per le foto bisogna ringraziare il web! Ti auguro uno sfavillante fine settimana! Un bacione!

      Elimina
  6. Ma che dolce questa storia Cristina!
    E che belle le foto!
    Grazie ed un abbraccio Maria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Maria! Grazie a te per il commento! La storia continua prossimo giovedì! Un bacio grande, buon week end

      Elimina
  7. grazie per questo momento di dolcezza svolto attraverso la tua storia,
    Ciao Marina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marina! Grazie a te per la graditissima visita! Vieni a trovarmi il giovedì e vedrai quante avventure ci riserva ancora il piccolo Achille! Ti abbraccio, a presto!

      Elimina